Alfa. Nuova e vecchia storia

Il 14 giugno, ricominceranno le produzioni di racconti sul sito con una nuova serie: Alfa. Dalla copertina, molto avranno capito che non ci discostiamo dalla serie “Back” che si è conclusa con “Back to Light”.

I lettori a questo punto vorranno capire cosa ci dobbiamo aspettare da una serie ormai a termine. Per questo ho deciso di scrivere qualcosa sul blog al fine di indirizzare tutti a questa nuova produzione.

 

Si tratta di un sequel?

No, non stiamo parlando di qualcosa successivo a “Back to Light”, ma piuttosto qualcosa di precedente. Un prequel, se possiamo chiamarlo così. Se dobbiamo posizionarli in un momento più specifico prendete in considerazione i primi due capitoli “Back Home” e “Back to Dream”. Il tutto si sviluppa, comunque prima dell’inizio del terzo capitolo.

 

Chi sono i protagonisti?

Non voglio entrare troppo nel dettaglio, ma i personaggi già li conoscete se avete letto i primi tre. Quello che cambia e il momento. Se nei primi due racconti lo svolgimento è completamente notturno, in “Alfa” siamo di giorno.

 

Alfa? Che significato ha?

Sicuri di non ricordare niente con questo nome? Consiglio di rileggere attentamente il primo capitolo “Back Home” per capire.

 

Se la storia è finita, non ci sono nuovi colpi di scena nella trama. Perchè farlo allora?

Con Alfa quello che cambia è la prospettiva della stessa storia. Può essere un modo per capire meglio la vicenda. Non ci sono vere e proprie svolte, ma ci sono dei particolari che non deluderanno chi si aspettava qualche spiegazione in più con “Back to Light” e non è stato accontentato.

 

Riguardo al prezzo?

Alfa sarà composto da solo due racconti ed entrambi saranno venduti al prezzo di 0.99€ su lulu.com e su un altro sito che ho scoperto di recente. Questa scelta è stata ben ponderata. Per tutti quelli che non intenderanno spendere questi pochi centesimi per leggere questa storia consiglio di aspettare l’autunno e se proprio hanno voglia di leggerli tenete d’occhio la pagina facebook e il profilo twitter. Le possibilità di averlo a zero ci sono, basta guardarsi intorno.

 

Le prossime uscite?

Dopo “Alfa Home” arriverà “Alfa Dream”, dopodichè sarà l’ora di una pausa fino al prossimo autunno. Posso garantirvi che “Back” avrà ancora modo di sconvolgervi e farvi riflettere. Manca ancora un tassello… Riguardo ad altri progetti non legati a questa prima serie ce ne sono una vera carrettata, ma avremo modo di parlarne più avanti.

 

Spero di aver accontentato tutti quelli che avevano bisogno di capire. Alla prossima.

Annunci

Sì bello… Ma come si scarica?

Il dubbio che è rincorso per tutta la rete rimbalzando come una pallina di gomma è stato: “Ma come faccio a scaricare sto racconto?”

Devo ammettere che pensavo fosse semplice, ma purtroppo parlo come informatico che ha progettato lo stesso sistema che utilizzate.

Per chi di informatica si intende poco o niente e/o non ha tempo da perdere: Presto le meccaniche di download cambieranno in modo da rendere il tutto più semplice ed intuitivo (speriamo…). Per non farvi perdere altro tempo vi invito a cliccare su uno dei due link qua sotto per scaricare direttamente (senza altre magagne in mezzo) il PDF o l’ EPUB di Back to Dream (per chi se li fosse persi metto anche il PDF e l’ EPUB di Back Home 😉 ).

Per chi invece si intende un po’ di più o ha tempo da perdere:

  • Per prima cosa bisogna accedere alla pagina del racconto (basta cliccare “Scopri il racconto” nella homepage, oppure andando su “Books” nel menu in alto e scegliendo il racconto desiderato).
  • Cliccate su “Scarica il racconto”. Sopra all’immagine di copertina dovrebbero apparire magicamente (“Oooooh!”) due grosse immagini. La prima in alto rappresenta il formato PDF (nel caso non abbiamo un e-reader), mentre quello in basso il formato EPUB.
  • In base al tipo scelto, avrete a disposizione due modalità di download. La prima tramite il sito lulu.com, l’altra in download diretto tramite l’uso del sistema “Pay with a Tweet”. Passo a spiegare…
  • Il sito lulu.com vi permette di accedere ad un portale molto autorevole di pubblicazione online che però necessita di registrazione (la cosa buona per voi è che non è una registrazione invasiva e bastano veramente pochi secondi per farlo…). Il download è certificato e tutte le copie scaricate con questo metodo le posso “tracciare” ossia ho piena consapevolezza del fatto che avete scaricato una copia del mio ebook.
  • Il download diretto (non esattamente diretto…) usa un’altro metodo rinomato: “Pay with a Tweet”. Praticamente, siccome il contenuto è gratuito, la moneta con cui pagare il contenuto scaricabile è semplicemente un post su facebook o su twitter che ritrae l’oggetto da voi scaricato. E’ un metodo molto carino che ho deciso di adottare sperando così di avere una maggiore diffusione passando attraverso persone che magari non avrebbero pubblicato su facebook il loro nuovo “acquisto” ma che in questo modo viene visualizzato da molte persone. Il problema di questo metodo (oltre alle maschere quasi completamente in lingua inglese) è il metodo con cui agire. Per tutti: Basta fare il login con il vostro account facebook o twitter, cliccare su “POST ON FACEBOOK/TWITTER” e solo dopo fare “DOWNLOAD NOW”.
  • Il contenuto verrà così scaricato.

La buona notizia è che presto migliorerò sia il modo di raggiungere l’area download e di rendere più umano il concetto di fondo. Questo è anche un messaggio di scuse a tutti quelli che hanno avuto difficoltà a scaricare il secondo racconto della serie Back, perchè se c’è una cosa che non volgio arrestare è proprio la vostra curiosità e la vostra iniziativa.

Purtroppo sono solo un apprendista stregone e come tale mi devo ancora perfezionare sotto tanti aspetti, ma non temete, presto tutto filerà liscio e tutti avremo ciò che meritiamo.

Grazie ancora a tutti per il vostro supporto e il vostro appoggio 😉

Come cambia uno scrittore

Non voglio tediarvi con la storia di come ho cominciato a scrivere, di come sia partita la passione per quest’arte dimenticata e che molto spesso è vista solo dall’altro lato della barricata: il lettore.

Quello che voglio raccontarvi oggi è lo stacco che troverete fra pochi giorni leggendo Back to Light. Chi ha già letto i primi due ha avuto modo di leggere qualcosa di mio effettivamente, ma con uno stile narrativa bizzarro e che faceva parte di me solo in parte.

Back to Light mi rappresenta decisamente di più a livello di stile e diciamo che si avvicina molto alla mia idea di “storia raccontata bene”. Non voglio dire che quello che ho scritto piacerà a tutti, ma lo stile con cui è stato realizzato da modo di avere una visione di insieme abbastanza chiara, sacrificando forse un po’ il ritmo. Rispetto ai primi due capitoli troverete delle scene più descrittive. La tensione si smorza per raggiungere dei picchi in particolari momenti.

Quindi per chi ha letto i primi due e non si ritiene soddisfatto: leggete anche quest’ultimo. Consideratelo un unico volume e… ormai avete cominciato a leggere! Non volete vedere la fine della storia? 😉

La differenza dello stile è stato dettato dalle condizioni. Ogni virgola e ogni punto è stato messo in una certa posizione proprio per suscitare determinate emozioni nel lettore. Questa terza storia cambia completamente punto di vista. Ve ne accorgerete. Detto questo vi lascio in attesa… Il 27 Febbraio 2013 la storia ha fine. Back.