8. La storia di John Titor – Quarta Parte

Parte 4

Ecco il quarto e penultimo episodio della serie di John Titor.

Dopo il solito riepilogo che integra la parte di storia che conoscete già, se avete seguito questo blog, ecco nuove rivelazioni riguardo alla “Guerra che sarà”.
Finalmente ci viene detto l’anno di nascita di John Titor: 1998, quindi ha vissuto parte della sua vita in un lasso di tempo che condividiamo (1998-2009. anche se all’epoca in cui scrisse John, lui avrebbe dovuto avere circa 3 anni).
A questo punto ho deciso di dividere la storia di John in 3 parti:

1. La guerra civile
In america inzia a crearsi un malcontento nel popolo, causata soprattutto dallo stravolgimento della costituzione americana. L’attrito fra governo e cittadini si tramuta in guerra civile. La popolazione si divide: una parte, decide di rimanere nelle città, perdendo così gran parte dei diritti civili in cambio di sicurezza. Chi decide di non sottostare alle nuove leggi governative, lascia le città, prediligendo le campagne. La prima scintilla di questi avvenimenti avrebbe già dovuto verificarsi: secondo John Titor, la guerra avrebbe dovuto avviarsi nel 2006 (cosa che fortunatamente non è accaduta).

2. La guerra atomica
Nel 2015 la guerra civile ha fine. Ma non perchè si trova accordo fra le parti, ma per una ragione ben peggiore…
La guerra civile americana, aveva destabilizzato l’intera economia mondiale e l’Europa, trovatasi a dover sostituire la potenza degli USA, gestisce male la politica.
Questo da modo alla Russia di sferrare l’attacco definitivo…
Le testate atomiche vengono lanciate a dirette su tutte le grandi città americane. la Cina e l’Europa, anch’esse vittime dell’attacco Russo, vengono rase al suolo, cancellate.
L’america contrattacca, ma l’impero federale ha fine in ogni caso.
Coloro che avevano lasciato le città per le campagne vincono così la guerra civile.

3. Un mondo di disperazione
Dopo il massiccio attacco nucleare da entrambe le parti, John si ritrova in un mondo dove i pochi luoghi sicuri sono le comunità createsi in parte prima e consolidate maggiormente dopo la guerra. In certe zone, le radiazioni sono insopportabili e cibo e acqua vengono prodotte all’interno della comunità. Viene a ricrearsi una famiglia tradizionale, dove gli anziani sono tenuti in gran considerazione. La terza guerra mondiale, dura poco e nei post dice: “E’ come se due pugili su un ring si fossero colpiti a vicenda così duramente da cadere a terra entrambe. Il primo a rialzarsi avrà la vittoria in pugno.”
Ed è qui che John Titor vive. Nella base di Tampa, Florida. La capita è stata spostata a Omaha in Nebrasca, e la carica di presidente e stata sostituita da 5 persone eletti in elezioni differenti.

Secondo John Titor, la guerra nella nostra linea temporale può essere evitata (che potrebbe essere la spiegazione per la quale la guerra civile non è ancora iniziata…). Le vittime ammontano a 3 miliardi di persone.
Per quanto riguarda i consigli, ne riparlerò nell’ultimo capitolo. Fra pochi giorni disponibile in questo blog.

To be continued…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...